Le Donne del Vino festeggiano i 40 anni di Cinema Zero

La nostra delegazione, assime alla delegata Presidentessa Cristiana Cirielli e le oltre 70 socie, si dimostrano sempre vicine e sostengono con passione e coraggio iniziative e progetti interessanti.

E’ per questo che festeggiano con grande entusiasmo i primi 40 anni di attività del Cinema Zero di Pordenone, partner delle serate di vino e cinema che ormai sono diventate appuntamento immancabile dell’estate in regione.

Domenica 25 marzo, Cinema Zero propone un fittissimo programma per tutti gli appassionati che desiderano non solo condividere la passione per le pellicole, ma per essere accanto ad una delle strutture storiche di Pordenone.
Ecco tutti gli appuntamenti:

Cinemazero Sala Grande [ore 17:15] ANTEPRIMA NAZIONALE
►THE SILENT MAN di Peter Landesman (USA, 2017, 103’, v.o. sott. it.)
La storia di Mark Felt (Liam Neeson), agente dell’FBI la cui identità è rimasta avvolta nel mistero per oltre trent’anni che, sotto il nome in codice di “Gola profonda” ha aiutato a scoprire lo scandalo Watergate. Alla luce degli attuali eventi, i sorprendenti parallelismi – comprese le lotte di potere tra i rami dell’esecutivo e l’FBI, le prove di brogli elettorali e la rinnovata posizione di sfida della Casa Bianca nei confronti della veridicità dei mezzi di informazione – la storia di Mark Felt non potrebbe essere più rilevante. Presentato
all’International Film Festival di Toronto il film conferma l’abilità di Landesman – già autore di Parkland che racconta le vicende successive all’assassinio del Presidente John F. Kennedy e della sceneggiatura dell’avvincente La regola del gioco – nell’affrontare le scottanti ripercussioni del giornalismo d’inchiesta e dei suoi protagonisti.

Info e programma qui http://bit.ly/CinemazeroCompie40anni

►ORE 19.30 | PIAZZA MAESTRI DEL LAVORO (di fronte al cinema. In caso di pioggia terrazza del Nifty – Ristorante Steakhouse & Cocktail Bar )
BRINDISI E TAGLIO DELLA TORTA

► PALAZZO BADINI (VIA MAZZINI, 2) | ORE 11.00 | INGRESSO LIBERO
Tavola rotonda
DOVE VA IL CINEMA? IL FUTURO DELLA SALA CINEMATOGRAFICA IN CITTÀ
In occasione dei suoi “primi 40 anni” Cinemazero organizza un confronto sul futuro del cinema e della sala cinematografica di città. Interverranno registi, produttori ed esperti chiamati a dare il proprio punto di vista sui “prossimi 40 anni” tra sfide, criticità e nuove opportunità.

CINEMAZERO Sala Grande [ore 15:00] ► GANGSTER STORY di Arthur Penn (USA, 1967, 111’, v.o. sott. it.)
Indimenticabile capolavoro gangster/noir di Penn che ha aperto le proiezioni di Cinemazero quel lontano 24 marzo 1978. Un film straordinario per stile e tecnica (su tutti il prodigioso finale al rallenti) ed ancor oggi incredibilmente emozionante e coinvolgente interpretato dalla splendida coppia Warren Beatty e Faye Dunaway.
Ha influenzato tutto il cinema gangster a seguire. A tratti ironico e a tratti violento ma mai in maniera gratuita il film è assolutamente da vedere sul grande schermo, per chi ama il cinema-cinema e la sua storia.

CINEMAZERO Sala Grande [ore 21:00] ►SEVEN CHANCES di Buster Keaton (USA, 1925, 60’)
MUSICATO DAL VIVO DALLA ZERORCHESTRA
Morando Morandini, disse: “Nessuno è perfetto? Questo film lo è”. Uno dei capolavori comici della storia del cinema – azione, amore, risate e colpi di scena – Seven chances permette a Keaton di riassumere e completare un ciclo di slapstick iniziato 20 anni prima, con una sequenza di inseguimenti a tutt’oggi insuperata. Le musiche composte da Didier Ortolan e Romano Todesco si inseriscono nella tradizione del film muto che prevede l’accompagnamento sonoro a commento delle immagini, ma sono impreziosite dall’impronta jazz che contraddistingue la Zerorchestra, permettendo alla composizione di approfondire e descrivere le scene e le emozioni che scorrono sullo schermo.

CINEMAZERO Sala Totò [ore 14.45] ►DAUNBAILÒ di Jim Jarmusch (USA, 1987, 104’, v.o. con sott. it.,)
I veri capolavori sono tali perché restano nel tempo e il film di Jarmusch è uno di questi. Un’opera dall’estetica in bianco-nero, squisitamente underground e vintage, le canzoni di Tom Waits come colonna sonora e la sfrenata italianità guascona di Roberto Benigni al suo esordio internazionale.
Nell’autunno del 1986 l’Aula Magna, chiusa per lavori, rischiava seriamente di non poter più riaprire. Fu Benigni, lasciando un accorato messaggio alla segreteria telefonica dell’associazione a dare il via a una serata a sostegno di Cinemazero a cui parteciparono oltre mille persone.

CINEMAZERO Sala Totò [ore 16.45 – 21.15] ►TONYA di Craig Gillespie (USA, 2018, 121’)
La vita privata e sportiva della pattinatrice Tonya Harding (Margot Robbie protagonista anche di The Wolf of Wall Street), coinvolta in uno dei più grandi scandali sportivi nella storia degli Stati Uniti pilotato dall’ex marito Jeff Gillooly (Sebastian Stan). Strepitosa interpretazione della Robbie che le è valsa una candidatura agli Oscar 2018 e che la critica e il pubblico americano hanno già ampiamente lodato. Dietro la macchina da presa Craig Gillespie, autore anche del provocatorio e toccante Lars e una ragazza tutta sua che ha lanciato Ryan Gosling.

CINEMAZERO Sala Pasolini [ore 14.30] ►CIAO FEDERICO di Gideon Bachmann (Italia, 1970, 55’)
Primo backstage nella storia del cinema girato sul set di Fellini alle prese col suo capolavoro sull’antica Roma: il grandioso e visivamente unico Fellini Satyricon. Il suo lavoro farà venir voglia di rivedere il film del maestro per comprendere meglio la vera statura di uno dei grandi registi della storia del cinema. Bachmann, Leone d’Argento per il miglior documentario, è stato uno degli amici e dei collaboratori più stretti di Cinemazero fin dal 1979 in occasione della prima retrospettiva su Pasolini. Ha donato tutto il suo archivio cinematografico a Cinemazero.

CINEMAZERO Sala Pasolini [ore 15.45 – 20.45] ►LA MELODIE di Rachid Hami (Francia, 2018, 102’)
Simon è un violinista che al momento non ha ingaggi e accetta di tenere un corso sullo strumento a una classe di allievi di scuola media inferiore che vivono in condizioni socio ambientali non facili. L’inizio non è semplice ma l’arrivo di Arnold uno studente di origine centroafricana particolarmente dotato cambierà tutto. Film d’esordio per Rachid Hami e tutti i suoi protagonisti La Melodie è un film sulla passione, che sa commuovere e far riflettere attraverso una storia di un riscatto tanto essenziale quanto trascinante nella sua semplicità.

CINEMAZERO Sala Pasolini [ore 17.45] ►TIGER’S COAT di Roy Clements (USA, 1920, 60’)
CON ACCOMPAGNAMENTO DAL VIVO DI BRUNO CESSELLI
Documento cinematografico unico, unica prova sopravvissuta fino ad oggi della parentesi cinematografica di Tina Modotti, nata a Udine, esempio straordinario di donna e di fotografa profondamente impegnata nella società. Attrice, modella, rivoluzionaria, fotografa: donna audace e scandalosa, emigrata, come molti altri italiani agli inizi del secolo scorso, in California trova la fotografia e l’amore con Edward Weston per poi spostarsi in Messico. Nel 1992, a 50 anni dalla morte, Cinemazero le dedica una grande mostra sugli anni messicani, quelli “luminosi”.

CINEMAZERO Quarta Sala [ore 17.45] ►A QUALCUNO PIACE CALDO di Billy Wilder (USA, 1959, 121’, v.o. con sott. it.,) ore 14.30
Capolavoro comico assoluto. Presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1959, il film ottenne sei nomination agli Oscar nel 1960, e vinse tre Golden Globe, tra cui quello per la miglior attrice a Marilyn Monroe e miglior attore a Jack Lemmon. Considerato tra le migliori commedie di sempre (ha il finale più citato nella storia del cinema), Zucchero “Candito” Kandinsky, personaggio pieno di ironia, dolcezza e fascino svagato, quasi inconsapevole fu uno dei personaggi più divertenti, sensuali e iconici di tutto il cinema contemporaneo. A Marilyn Monroe nel 1992, per i 30 anni dalla morte, venne dedicata una mostra che rimane la più recensita, visitata e chiacchierata esposizione nella storia di Cinemazero.

CINEMAZERO Quarta Sala [ore 16.45 – 21.30] ►CHARLEY THOMPSON di Andrew Leigh (GB, 2018, 121’)
Dopo lo straordinario successo di Weekend e il trionfo mondiale di 45 anni, che ha portato Charlotte Rampling a un passo dall’Oscar, Andrew Haigh torna dietro la cinepresa con Charley Thompson, un intenso e appassionante road movie accolto con entusiasmo all’ultima Mostra di Venezia, dove il protagonista Charlie Plummer ha conquistato il Premio Mastroianni come attore rivelazione. Charlie poco distante dalla sua abitazione scopre la presenza di un maneggio ed entra in contatto con Del Montgomery, anziano allenatore di cavalli. Diventa il suo aiutante e si affezione a un cavallo, Lean On Pete, il cui destino però sembra segnato dalla malattia, ma Charlie, è disposto a lottare per salvarlo. La storia di un’insolita amicizia, ispirata al cinema anni 70, un’opera classica e struggente, severa, emozionante, mai patetica che racconta una storia tipicamente “americana” con sensibilità universale.

Ogni spettacolo è a biglietto (CinemazeroCARD 4 euro, intero 6) e potete acquistarli senza costi di prevendita al cinema, in Mediateca Pordenone di Cinemazero e on-line http://cinemazero.18tickets.it/

Il 2018 si dimostra un anno ricco di novità e anniversari: si continuerà a celebrare il 30° anniversario dalla fondazione delle Donne del Vino in tutta Italia.

Camilla Manzato

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.